La Mortella 22/06/2017

Ai Giardini la Mortella è tutto pronto per accogliere la stagione concertistica del Teatro Greco, giunta al 11° edizione, che si aprirà Giovedi 22 Giugno alle ore 21.00. Il cartellone prevede sei concerti che si alterneranno fino al 27 Luglio sotto la Direzione Artistica di Caroline Howard.
La Stagione 2017 si aprirà con la danza, con una performance a cura della Rome International Dance Academy – R.I.D.A. Junior company che proporrà Il silenzio della danza, spettacolo che si avvale di insegnanti e coreografi internazionali. Direttori artistici e coreografi dello spettacolo sono Sara Lourenco – impegnata nella prestigiosissima Accademie Princesse Grace di Montecarlo – e Andrea Palombi. Lo spettacolo propone la danza come un linguaggio non verbale, che si esprime attraverso la capacità del danzatore di rappresentare pensieri ed emozioni con la sua corporeità. Con l’obiettivo di sviluppare sia artisticamente che tecnicamente i giovani talenti italiani, questa compagnia trasporterà il pubblico di Ischia in un mondo di emozioni ed esperienze visuali, con una coreografia che esalta i corpi nella propria fisicità e nel trasporto delle sensazioni. I talentuosi danzatori della Rome International Dance Academy ad agosto parteciperanno anche al prestigioso Fini Dance Festival di New York.
L’appuntamento è per giovedi 22 Giugno alle ore 21.00 nella splendida cornice en plein air del Teatro Greco.
Il cartellone 2017 si svolgerà poi come segue:
Giovedì 29 giugno – ore 21:00
Orchestra Sinfonica Giovanile della Svizzera italiana, direttore Yuram Ruiz
L. van Beethoven – Sinfonia n. 2
F. Mendelssohn – Le Ebridi, op. 26 “La Grotta di Fingal” – Ouverture
C. Saint-Saëns – Concerto per violoncello e orchestra n. 1, op. 33
Il Conservatorio della Svizzera Italiana ha una naturale affinità con l’Italia: basti pensare alla consolidata collaborazione che l’orchestra vanta con i musicisti Bruno Giuranna, Daniele Giorgi e Alexander Lonquich. L’Orchestra Sinfonica è uno straordinario ensemble di ragazzi tra gli 8 i gli 11 anni, che si sono esibiti in tutto il mondo, da Aberdeen ad Alicante, dall’EXPO di Milano al Parco della Musica di Roma, da Vienna a gli Stati Uniti. Rappresentano un’eccellenza tra le orchestre di Conservatorio e il Direttore Yuram Ruiz è uscito dall’Orchestra sinfonica Simon Bolivar per poi lavorare con maestri quali Abbado, Rattle, Baremboim e in teatri tra cui La Scala di Milano, La Philharmonie di Berlino e il Colòn di Buenos Aires.
Il programma che verrà proposto al Teatro Greco, prevede la Sinfonia n. 2 di Beethoven, l’ouverture Hebrides di Mendelssohn e il Concerto per Violoncello di Saint-Saens, il cui protagonista sarà, come ospite straordinario tra i giovani, il violoncellista giapponese Taisuke Yamashita, solista di chiara fama che ha suonato con orchestre internazionali quali la Suisse Romande, del Teatro Carlo Felice di Genova, I Virtuosi Italiani e con i direttori di orchestra, Daniele Gatti, Marcello Viotti, James Loughran. Come spesso accade infatti, un professionista nel pieno della sua maturità professionale ed artistica sceglie di suonare con i giovani per inspirarli, coinvolgerli e porsi come esempio e stimolo.
Giovedì 6 luglio – ore 21:00
Joven Orquesta de la Comunidad de Madrid, direttore Martìn Jorge
W. Walton – Crown Imperial
J. Rodrigo – Concerto de Aranjuez per chitarra e orchestra
I. Stravinski – Suite “Pulcinella”
R. Chapí – Preludio da “La Revoltosa”
G. Giménez – Intermedio da “La Boda de Luis Alonso”
Questa orchestra è espressione di un progetto culturale della città di Madrid, il progetto JORCAM, che comprende appunto un’orchestra ed un coro giovanili (Joven Orquesta y Coro de la Comunidad de Madrid), un Coro di bambini e una Camerata Infantile di Archi. Con il suo direttore Martìn Jorge, che torna ad Ischia dopo il successo dell’Orchestra di San Salvador del Sistema Venezuelana, l’orchestra propone una serata di colori ispanici e un tributo a William Walton.
Per festeggiare gli 80 anni dalla composizione di Crown Imperial, la marcia reale composta da William Walton per l’incoronazione di re Giorgio VI nel 1937, l’orchestra spagnola ha accettato con entusiasmo la sfida di affrontare per la prima volta questo brano ricco di colpi di scena, di ottoni, arpe, percussioni e l’indiscusso sense of humour del genius loci dei Giardini la Mortella.
Per l’occasione verrà proposto anche il concerto per chitarra e orchestra Aranjuez di Rodriguez che rappresenta uno dei momenti più alti della musica spagnola, nonché l’opportunità di sentire la strepitosa giovane solista chitarrista Mabel Millàn, selezionata attraverso un concorso internazionale. Dopo un imprescindibile omaggio alla Commedia dell’Arte partenopea e il suo Pulcinella, questa volta in chiave russa, la serata si chiuderà con un accenno al genere lirico-drammatico spagnolo Zarzuela con due brani scintillanti dalle sonorità iberiche
Giovedì 13 luglio – ore 21:00
NewTalents Jazz Orchestra (NTJO) direttore Mario Corvini
NOIR, con colonne sonore dal vivo e proiezioni da:
Mission Impossible, Taxi Driver, Vertigine, The Man with a Golden Arm,
Anatomy of a Murder e Ascensore per il patibolo.
E’ dal 2014 che ad Ischia si attende il ritorno della New Talents Jazz Orchestra, formazione musicale romana, guidata dal trombonista e arrangiatore Mario Corvini e costituita da giovani talentuosi musicisti provenienti da varie regioni italiane. Di recente l’Orchestra ha partecipato a L’Aquila all’evento di solidarietà “Il jazz italiano per Amatrice”, a favore delle popolazioni coinvolte dal terremoto e quest’anno ha ricevuto la prestigiosa nomina di Orchestra Residente della Fondazione Musica per Roma, Auditorium Parco della Musica, con la presentazione della Rassegna “Incontri in jazz”, una serie di cinque concerti con alcuni dei protagonisti del jazz italiano e internazionale come Roberto Gatto e Enrico Pieranunzi.
Al Teatro Greco la formazione porterà una nuova proposta che arriva dal Teatro Palladium di Roma, “Il jazz va al cinema”, una rassegna musicale in quattro concerti il cui filo conduttore è l’incontro fra jazz e cinema, e che ha riscosso un notevole consenso da parte del pubblico.
Giovedì 20 luglio – ore 21:00
Anastasiya Petryshak (violino solo) con l’Ensemble di Archi del Conservatorio San Pietro a Majella
A. Scarlatti – Concerto Grosso in Fa maggiore n. 3 (arr. F. M. Napolitano)
A. Vivaldi – Concerto in Do minore RV 761 “Amato bene”
A. Vivaldi – Concerto per violino in La maggiore RV 342
A. Vivaldi – Le Quattro Stagioni
Il pubblico dei Giardini la Mortella ha già avuto modo di apprezzare la strepitosa violinista di origine ucraina Anastasiya Petryshak, che quest’anno si esibirà al Teatro Greco con un gruppo di giovani e talentuosi di uno dei più celebri Conservatori d’Italia: il San Pietro a Majella di Napoli. La giovane solista ha vinto innumerevoli premi ed ha partecipato a eventi molto vari, dal Festival di Sanremo, alla nota trasmissione Rai Che Tempo che Fa, dalla collaborazione con Andrea Bocelli, al progetto voluto da Papa Francesco per celebrare la famiglia. Anastasiya suona in formazioni cameristiche del calibro dell’Orchestra da Camera italiana diretta da Salvatore Accardo e si è aggiudicata il Premio “Personalità Europea per la Musica Classica” nel 2016. Ha suonato recentemente a Genova il celebre violino Il Cannone realizzato dal liutaio Giuseppe Guarneri del Gesù a Cremona nel ‘700 e si esibisce regolarmente con gli strumenti preziosissimi di Stradivari ed altri della collezione della Fondazione Stauffer di Cremona. Il fascino degli archi e la musica del settecento con la celeberrime Stagioni di Vivaldi si esprimeranno in un programma di perle del barocco, incastonate nella cornice incomparabile dei Giardini la Mortella.
Giovedì 27 luglio – ore 21:00
Opera Studio Academy Umberto Giordano, Foggia
G. Rossini – Il Barbiere di Siviglia
Regia – Gabriella Maria Cianci
Responsabile di produzione – Davide Longo
Maestri preparatori – Daniele Dellisanti, Gabriella Maria Cianci, Mariano Patti
Il teatro musicale lirico è un’eccellenza del Bel Paese e ai Giardini la Mortella ogni anno c’è grande attesa per la proposta operistica. Per chiudere in bellezza la stagione 2017, dalla Puglia arriverà una giovane compagnia a presentare una rinnovata messa in scena dell’amatissimo Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini. Oltre all’indiscusso fascino della musica orchestrale e vocale, la sfida per la Fondazione Walton è nell’adattamento della regia di quest’opera buffa in scala ridotta per il Teatro Greco della Mortella. Qui entra in scena l’invenzione della pluri-premiata Maria Gabriella Cianci, soprano, pianista, didatta, fondatrice e direttore artistico dell’Associazione Musicale e Culturale Bel Canto città di Foggia, che punta tutto sulla freschezza e sul movimento. Solisti e direttore saranno selezionati per concorso e l’orchestra sarà formata da giovani elementi provenienti dai Conservatori d’Italia e non solo.